Il Trieste Science+Fiction Festival inaugura la mostra per i 25 anni di Nathan Never, l’esposizione di videogiochi “Play It Again” e la Toy photography di Federico Scargiali


Nel 1991 arrivava in edicola il primo numero di “Nathan Never”, la prima serie di fantascienza di Sergio Bonelli Editore ideata da Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna. L’Agente Speciale Alfa festeggia oggi i suoi 25 anni con una mostra di tavole preziose e materiali originali appositamente selezionati, regalando un inedito itinerario storico sulle tracce di albi e speciali legati all’universo di Nathan Never.

È il giugno del 1991. I Queen hanno da poco dato alla luce Innuendo, il loro ultimo album con Freddie Mercury, “Il Silenzio degli Innocenti” con Anthony Hopkins ha terrorizzato il pubblico del cinema e, soprattutto, Tim Berners-Lee, ricercatore del Cern, sta per annunciare al mondo la soluzione al problema di come condividere i documenti tra studiosi grazie a un software basato sul concetto di ipertesto che lui stesso battezza come World Wide Web: il sito che mette in rete è il primo della storia e inaugura ufficialmente l’era di internet. È in questo 1991 rivoluzionario che, 25 anni, fa arrivava in edicola il primo numero di Nathan Never, la prima serie di fantascienza di Sergio Bonelli Editore ideata da Michele Medda, Antonio Serra e Bepi Vigna e subito amatissima dai lettori, primi tra tutti quelli che sono rimasti conquistati dal “Blade Runner” di Ridley Scott. Come spiegano gli autori, del resto, Nathan Never racconta un viaggio nel tempo dove, partendo dai ricordi, si va incontro al sogno.

In mostra a Trieste, curata da Napoli COMICON, il Salone del Fumetto della città partenopea dove si è allestita la prima tappa dell’esposizione, immagini e tavole originali della storia di Nathan Never, a partire dagli studi del personaggio per mano di Roberto De Angelis e Nicola Mari, passando per le matite di Stefano Casini e altri autori, con la chicca di una storia poco vista di De Angelis per un videogioco; e per giungere a immagini del numero 300, sempre ad opera di De Angelis.

A cura di alino&alina con Glauco Guardigli


Magazzino delle Idee

Venerdì 28 ottobre

Inaugurazione alle ore 18.00

Sabato 29 – lunedì 31 ottobre 10.00 – 13.00 e 16.00 – 19.00

Martedì 01 – domenica 06 novembre 10.00 – 20.00

Parla a tutti, ma soprattutto ai maniaci della realtà virtual videoludica la mostra PLAY IT AGAIN: ®EVOLUTION. In ambito tecnologico un anno rappresenta praticamente un’era geologica. Lì il tempo scorre ad una velocità impossibile, così come l’evoluzione delle macchine che hanno accompagnato i nostri momenti di svago. Strati di silicio e plastica sedimentati hanno formato il terreno ricco di reperti dall’inestimabile valore sentimentale su cui poggia l’intera cultura videoludica odierna. Osservando dalla giusta prospettiva, possiamo però godere di uno sguardo privilegiato sull’interno cammino di sviluppo del pixel. Con questa consapevolezza, Play It Again abbandona la propria rassicurante ed accogliente cameretta e passa al livello successivo: tra rovine quasi dimenticate e realtà virtuali inesplorate. Lasciatevi alle spalle ogni convinzione ed abbandonatevi all’imprevedibile stabilità e all’eccentrica precarietà degli universi forgiati dal pixel.

(Ri)portate alla luce il piacere dell’esplorazione sepolto sotto ammassi di civiltà.

(Ri)trovate nelle forme squadrate amici da lungo tempo dimenticati e sfidate illustri sconosciuti.

(Ri)scoprite il piacere dell’ignoto.

Preparatevi per Play It Again: (R)evolution!

In collaborazione con Trieste Diventi Gioco.


Magazzino delle Idee

Venerdì 28 ottobre

Inaugurazione alle ore 18.00

Sabato 29 – lunedì 31 ottobre 10.00 – 13.00 e 16.00 – 19.00

Martedì 01 – domenica 06 novembre

La Toy Photography esprime l’amore per i giocattoli della nostra infanzia, dando vita a degli oggetti inanimati, raccontando una storia o un’emozione in un unico scatto, preferendo la tangibilità di quello che si vede in camera rispetto alla post- produzione. Con un clic si ha il potere di decidere chi vincerà la battaglia tra Freddy Krueger e Jason Voorhees o mettere in scena Cannibal Holocaust con delle minifigure Lego. Se volete tornare bambini, con la consapevolezza di un adulto, questo e altro vi attende NEVER SAY TOYS, la mostra fotografica di Federico Scargiali


Mediateca La Cappella Underground

Sabato 29 ottobre

Inaugurazione ore 18.00

Lunedì 31 ottobre – Domenica 6 novembre 10.00-13.00 e 15.00-19.00

Trieste Science+Fiction Festival è organizzato dal centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground con la collaborazione e il sostegno di: MiBACT – Direzione Generale Cinema, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia,Provincia di Trieste, Comune di Trieste, Università degli Studi di Trieste, Fondazione Teatro Lirico “Giuseppe Verdi”, Fondazione CRTrieste, Fondazione Benefica Kathleen Foreman Casali, ARPA FVG – LaREA.

Per informazioni sul festival: WWW.SCIENCEFICTIONFESTIVAL.ORG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...